Un weekend di spettacoli chiude l’8^ edizione del Teatro Bastardo

di Redazione

Condividi:
Print Friendly, PDF & Email

 Panzetti e Ticconi, "AeReA" - ph Gianluca Di Ioia

L’ottava edizione del Tearo Bastardo si conclude con un lungo week-end di spettacoli e di eventi collaterali, da venerdì 20 fino a martedì 24 ottobre.

 Si parte venerdì 20 ottobre (ore 21 Chiesa dei SS Euno e Giuliano), e sabato 21 con I’ll Write You Something New Palermo, spettacolo partecipativo e site specific di Maria Luisa Usai, progetto vincitore della TB Call for Projects 2023, attraverso cui Teatro Bastardo sostiene la creatività emergente. La performance, per 14 spettatori alla volta, si basa sulla comunicazione via posta, e trasforma l’esperienza solitaria dello scrivere in un’azione pubblica. In seguito a un carteggio “tra sconosciuti” portato avanti negli ultimi mesi con alcuni abitanti di Palermo, la performer e regista sarda Usai crea un racconto che utilizza frammenti di lettere inviate e ricevute, video, immagini e memorie personali per creare un complesso viaggio semantico e visuale tra le parole, nel detto e nel non detto, tra i frammenti delle parole altrui.

Sabato 21 e domenica 22 ottobre (ore 20 Ex Chiesa di San Mattia ai Crociferi) è la volta di Beatrice Baruffini con (W) Prove di resistenza – segnalazione speciale Premio Scenario 2013. Al centro della sua ricerca gli oggetti e la composizione scenica in tempo reale, qui in uno spettacolo in cui dei semplici mattoni forati edilizi ci portano a Parma nel 1922, quando gli abitanti dei quartieri popolari dell’Oltretorrente e del Naviglio resistettero, innalzando le barricate, all’aggressione dei fascisti guidati da Italo Balbo. Donne, uomini, bambini, ragazzi parteciparono, ognuno come poteva, a una lotta collettiva che portò Parma a essere l’unica città in grado di respingere il fascismo, prima della marcia su Roma. Uno spettacolo rivolto alla fascia d’età +10 e agli adulti, che racconta una storia di ribellione e di resistenza.

Continua anche il lavoro di relazione che il festival coltiva con le realtà vive e attive sul territorio, come Prima Onda Fest, in collaborazione con il quale Teatro Bastardo 2023 porta in scena Ginevra Panzetti e Enrico Ticconi, compagnia di danza contemporanea attiva tra Berlino e Torino il cui approccio analitico e politico alla coreografia ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla critica.

Il loro AeReA, che andrà in scena martedì 24 ottobre 2023 (ore 20 Ecomuseo Mare Memoria Viva) – che gli è valso il Premio Danza&Danza come coreografi emergenti e la nomina di “Talento dell’anno” dalla rivista tedesca Tanz – è un’indagine scenica condotta a partire dai virtuosismi dello sbandieramento. Sarà il movimento a raccontare le cieche dinamiche del potere, la vanagloria delle guerre, il rigore degli schieramenti militari, evocando una stretta quanto antica fratellanza tra due oggetti tessili, bandiera e sudario: l’una segna il confine tra il “noi” e il “loro”; l’altro tra il mondo dei vivi e quello dei morti.

Alla fascia d’età delle scuole elementari sono rivolti due spettacoli/letture performative in collaborazione con Dudi – Libreria per bambinə e ragazzə: Il territorio magico (età 7+) sabato 21 ottobre (ore 11 Chiesa dei SS Euno e Giuliano) con Marcella Vaccarino nasce da una ricerca sulla letteratura per l’infanzia concentrata sulla Sicilia e sui suoi problemi, invitando i piccoli siciliani a riflettere su alcune delle vicende tragiche del loro territorio e motivandoli per questo a perseguirne la materia magica in opposizione all’arroganza e alla sopraffazione. Cristallo del Tempo (età 10+) domenica 22 ottobre (ore 11 Chiesa dei SS Euno e Giuliano) con Daniela Macaluso è una selezione di letture performative sul valore civile della disobbedienza, che affonda le radici nella lunga Storia del XX secolo per arrivare ad oggi giorno e alle storie più quotidiane.

Anche questo weekend non mancano gli eventi collaterali, tutti a ingresso gratuito: sabato 21 ottobre (ore 17 Chiesa dei SS Euno e Giuliano) la conversazione aperta tra artistə e pubblico Microstoria! su linguaggi contemporanei e racconto storico, e domenica 22 ottobre (ore 12-18 – Cripta della Chiesa dei SS Euno e Giuliano) si potrà fare esperienza del lavoro video Silver Veiled, risposta filmica allo spettacolo di Panzetti/Ticconi che chiuderà il festivalA seguire, domenica 22 ottobre (ore 18.30 – Chiesa dei SS Euno e Giuliano), una speciale performance-concerto del polistrumentista palermitano pakkyōne.

A seguire il programma.

Venerdì 20 e sabato 21 ottobre 2023 (ore 21 Chiesa dei SS Euno e Giuliano)
I’ll Write You Something New Palermo, spettacolo partecipativo e site specific di Maria Luisa Usai

Sabato 21 e domenica 22 ottobre (ore 20 Ex Chiesa di San Mattia ai Crociferi)
(W) Prove di resistenza (età 10+ e adulti) di Beatrice Baruffini

Martedì 24 ottobre (ore 20 Ecomuseo Mare Memoria Viva)
Lo spettacolo di danza “AeReA” di Panzetti/Ticconi

Per i più piccoli:

Sabato 21 ottobre (ore 11 Chiesa dei SS Euno e Giuliano)
Il territorio magico (età 7+), letture performative con Marcella Vaccarino

Domenica 22 ottobre (ore 11 Chiesa dei SS Euno e Giuliano)
Cristallo del Tempo (età 7+) con Daniela Macaluso

E gli eventi collaterali:

sabato 21 ottobre (ore 17 Chiesa dei SS Euno e Giuliano) Microstoria!
conversazione su scena contemporanea affronta il racconto storico

domenica 22 ottobre (ore 12-18 – Chiesa dei SS Euno e Giuliano)
Silver Veiled (installazione video)
installazione video di Panzetti/Ticconi

domenica 22 ottobre (ore 18.30 Chiesa dei SS Euno e Giuliano)
performance-concerto di pakkyōne

Altre info su
https://www.teatrobastardo.org/

Biglietti 5,00/7,00 euro, acquistabili online e presso le sedi del Festival.
Gli eventi collaterali sono gratuiti.