Torna a Palermo il “Teatro del Fuoco”

Il festival internazionale con acrobati, danzatori e giocolieri da varie parti del mondo, porta la magia del fuoco a Villa Filippina

di Valeria Lo Verde Morante

Condividi:
Print Friendly
IMG_0940---teatro-del-fuoco-ok---x-web

 

E’ arrivato alla IX edizione ottenendo un successo sempre crescente e nel 2015 la prestigiosa rivista internazionale “Forbes” lo ha inserito fra i festival per cui vale la pena fare un viaggio.

Il Teatro del Fuoco”, ideato nel 2008 da Amelia  Bucalo Triglia, giornalista ed event manager, che ha dato subito un carattere di unicità alla manifestazione, è stato creato per elevare l’importanza delle isole del Mediterraneo valorizzando la cultura e aggiungendo aspetti innovativi attraverso il coinvolgimento di interlocutori internazionali. Fino ad oggi “Itinerante” ed ospitato in località significative, la prima edizione del Teatro del Fuoco è stata realizzata nel 2008 alle Isole Eolie, Patrimonio Unesco, area geografica tra le più favorite per azioni di sistema per lo sviluppo turistico e la promozione internazionale in ogni ambito.

2-tdf-16_MG_3746-ph-f---teatro-del-fuoco---webL’appuntamento annuale con il Teatro del Fuoco International Firedancing Festival” si rinnova anche quest’anno, a Palermo, con una serie di eventi creati intorno al tema “Identity” e con due serate, venerdì 29 e sabato 30 alle 21,30 nella suggestiva location di Villa Filippina (piazza S. Francesco di Paola, 18), che con le sue bellezze architettoniche ed i 140 metri di portici, farà da scenografia naturale allo spettacolo.

Un corollario di appuntamenti ed iniziative impreziosisce il festival e i due show principali.

Si inizia venerdì 29 alle 18 con Road Show Teatro del Fuoco Daylight”, una parata di artisti in costume che sfilerà per l’intero pomeriggio e fino all’imbrunire animando il cuore Barocco della città, lungo il percorso UNESCO Corso Vittorio Emanuele, Quattro Canti, Piazza Pretoria ed altri luoghi d’interesse storico-artistico con balli, canti, musica ed evoluzioni acrobatiche.

Alle 21,30, a Villa Filippina, si entra nel cuore del festival con lo show “Identity” (si replica anche sabato) che vedrà esibirsi artisti provenienti da Repubblica Slovacca, Polonia, Ungheria e Israele, paesi di forte tradizione circense e folkloristica.

Si tratta di artisti al vertice mondiale nelle loro rispettive discipline, che sono la danza, il mimo, il ballo, e l’acrobazia, atleti dotati di un livello tecnico, una precisione e una grazia nell’attento uso del fuoco, esaltati da musiche e regia italiane, in un gioco di squadra internazionale volto a restituire al pubblico uno spettacolo di altissimo impatto emotivo e coinvolgimento.

2-fuoco-IMG_2933---teatro-del-fuoco---webUno show che lascia con il fiato sospeso per le imprevedibili e infuocate scenografie e la precisione delle scintillanti evoluzioni acrobatiche. Un valzer con il fuoco che diverte per le fantasiose evoluzioni, e stupisce per la difficoltà tecnica e la precisione delle espressioni corporee.

Come ogni anno il Teatro del Fuoco International Firedancing Festival” è concepito intorno a un tema connesso ai significati simbolici del fuoco. Dopo Energia, il tema dell’esordio nel 2008, sono seguiti Trasformazione, Miti e Dei del Fuoco, Passione, Fiamma Femminea, Desiderio Ardente, Isole Scintillanti e Fertilità.

“Identity”,  il tema scelto quest’anno rappresenta,  un principio di uguaglianza rispetto a se stessi, un insieme di qualità che definisce e caratterizza un qualcuno o un qualcosa rispetto ad altri, ma si ispira anche alla lezione filosofica di Friedrich Schelling, che tiene insieme la sfera del reale e quella dell’ideale. Ciò che si è e ciò che si può diventare, l’unità e l’opposizione, l’identità e la differenza sono singoli pianeti di un mondo più grande, l’assoluto.

Con Identity il Teatro del Fuoco racconta il miracolo creato da forze opposte quali grazia, tecnica e forza fisica, armonia e acrobazia, precisione e imprevedibilità del fuoco. Narra un concetto identitario fatto di molteplicità e diversità attraverso artisti provenienti da diversi paesi, intraprendendo un viaggio alla scoperta dell’identità siciliana, rivolgendosi a un pubblico internazionale, in una terra in cui i monumenti del percorso Arabo-Normanno – dalla Cappella Palatina, alla Cattedrale o al Castello della Zisa – rappresentano fulgidi esempi di come diverse identità popolari e culture possono arricchire di valore e bellezza la storia e la contemporaneità.

Pizza-Teatro-del-Fuoco---webFra le iniziative non poteva mancare il cibo: Teatro del Fuoco & Food” è la sezione del festival dedicata a cibo, dieta mediterranea, creatività degli chef e a quell’italian style che tutto il mondo apprezza e piatti creati ad hoc da rinomati chef durante le tappe del festival nelle diverse località delle Isole del Mediterraneo.
Dopo le Tagliatelle Teatro del Fuoco create da Gigi Mangia, il Risotto Vulcanico del ristorante Il Filippino di Lipari, le Busiate all’Aglio di Peppe Giuffrè e il Risotto Teatro del Fuoco del ristorante Pane, Olio e Sale di Mascalucia (CT), per la tappa palermitana è il ristorante “È cotta” di piazza Castelnuovo 35 a dedicare un nuovo piatto alla manifestazione: la “Pizza Teatro del Fuoco”, un omaggio alla combinazione creativa di ingredienti naturali, mediterranei, semplici: impasto senza lievito, pomodorini ciliegino, mozzarella; aggiunti a crudo ci sono carote, songino, zucchine genovesi marinate nel peperoncino, zenzero e pomodoro secco.

Infine, dopo essere stato  itinerante ed aver portato la propria magia in alcuni luoghi suggestivi del Mediterraneo, quest’anno il “Teatro del Fuoco” ha avuto il Patrocinio del Comune di Palermo ed è diventato la terza grande festa culturale cittadina. Dal 2017, infatti, sarà un appuntamento annuale, insieme al Capodanno in Piazza e al Festino di Santa Rosalia, che intratterrà cittadini e turisti nel capoluogo siciliano. Una scelta voluta dall’amministrazione comunale per meglio veicolare a livello internazionale l’immagine della città e dei suoi crescenti riconoscimenti, primo tra tutti l’inclusione del Percorso Arabo-Normanno nella World Heritage List Unesco.

Foto-Teatro-del-Fuoco---web
Il festival ha ormai una
risonanza internazionale, è considerato crocevia e punto di contatto tra culture diverse. Inserito nel calendario delle manifestazioni di grande richiamo turistico della Regione Sicilia, dopo aver ricevuto, nel 2009, una medaglia dal Presidente della Repubblica italiana, per l’elevato valore culturale, a giugno 2016 viene richiesto dal Giappone per rappresentare l’Italia in occasione dell’evento “Italia, amoremio!” e festeggiare il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone. Senza dimenticare, come già segnalato, il prestigioso riconoscimento della rivista statunitense “Forbes” che nel 2012 lo inserisce al 2° posto nella classifica dei 12 festival più cool del mondo, quelli per cui vale la pena fare un viaggio, rendendolo, di fatto, un appuntamento imperdibile.

 

PROGRAMMA PALERMO 2016
Giovedì 28 ore 19.30 Opening Drink con la Pizza Teatro del Fuoco presso È cotta, p.za Castelnuovo, 35
Venerdì 29 ore 18.00 Teatro del Fuoco Daylight – parata di artisti in costume sfilano lungo il percorso UNESCO Corso Vittorio Emanuele – Piazza Pretoria
Venerdì 29 e sabato 30 ore 21.30 Identity – spettacolo di mimo, danza, acrobatica e fuoco a Villa Filippina Piazza S. Francesco di Paola, 18

Per info: http://www.teatrodelfuoco.com

Per acquistare i biglietti per ven 29 e sab 30:
www.circuitoboxofficesicilia.it
Costo biglietto: posto unico euro 15 + diritti prevendita; posto numerato euro 27,00 + diritti prevendita

Commenta l'articolo