Il Teatro Biondo di Palermo cerca giovani artisti e compagnie

Il Ridotto del Teatro Stabile palermitano disponibile per compagnie e artisti di teatro e danza under 30

di Io Vivo a Palermo

Condividi:
Print Friendly
bando-teatro-biondo-70_30----ok-x-web

 

“70/30 – Il teatro che verrà” è il titolo di un progetto che il Teatro Biondo di Palermo ha pensato per giovani artisti e compagnie che desiderino “mettersi alla prova” sul palcoscenico della Sala Strehler.

L’iniziativa è finalizzata alla promozione di compagnie e artisti di teatro e danza under 30, ai quali è offerta la possibilità di usufruire degli spazi e dei servizi del Teatro per realizzare la messa in scena di spettacoli il cui ricavato, tolte le imposte di legge, sarà rimesso direttamente agli artisti.

Il Teatro Biondo sceglierà i cinque migliori progetti che, per originalità, innovazione, professionalità e qualità artistica, andranno in scena per due repliche nella Sala Strehler durante la stagione 2016-2017, usufruendo gratuitamente dell’assistenza tecnica (service audio, illuminotecnica, servizi di palcoscenico, servizi di sala) e di un supporto alla comunicazione.

«C’è stata una mutazione genetica, negli ultimi anni, che ha riguardato soprattutto le giovani compagnie», spiega il direttore del Teatro Biondo Roberto Alajmo, «tramontati gli anni dell’assistenzialismo, siamo entrati in quelli dell’“aiutati che dio ti aiuta”. Il progressivo esaurirsi delle risorse per la cultura e per il teatro ha spinto i giovani di talento ad arrangiarsi come possono. E simmetricamente, in tempi di carestia, anche gli ex teatri Stabili hanno dovuto rivedere la loro politica di sostegno alle giovani compagnie. Per fare di necessità virtù, il Teatro Biondo di Palermo si offre di ospitare una rassegna di under 30 che vogliono provare a mettersi in gioco in cambio di spazio, servizi, supporto logistico e comunicazione.

Il titolo della rassegna poteva davvero essere “Aiutati che dio t’aiuta” – continua Alajmo – abbiamo preferito un più discreto “70/30”, che evoca ironicamente la spartizione degli incassi che spesso penalizza la compagnia. Ma siccome la sala la mettiamo a disposizione noi gratuitamente, il riferimento è piuttosto ai rapporti anagrafici fra vecchi (noi) e giovani (loro)».

C’è tempo fino al 31 luglio per presentare la domanda di partecipazione alle selezioni, tramite l’apposito modulo compilabile sul sito del Teatro: www.teatrobiondo.it. Possono presentare domanda di partecipazione le Compagnie o i singoli artisti (attori, danzatori, performer, registi) che, alla data di scadenza del bando, 31 luglio 2016, non abbiano superato i 30 anni di età.

Nel caso di Compagnie ed ensemble, l’età media del gruppo non deve comunque superare i 30 anni. Sono ammessi tutti i generi di teatro, danza, teatro-danza, performance, della durata minima di 50 minuti.

Il bando completo e tutte le informazioni sul sito www.teatrobiondo.it e nella pagina Facebook: Teatro Biondo Palermo.

Commenta l'articolo