Vinitaly festeggia il 50° anniversario con un record di presenze

La manifestazione dedicata al vino e ai distillati ha raggiunto ormai una popolarità ed un livello qualitativo che la rendono tra le più importanti al mondo

di Valeria Lo Verde Morante

Condividi:
Print Friendly
Vinitaly-ok---x-web

 

Si svolgerà a Verona dal 10 al 13  aprile 2016 la 50^ edizione di Vinitaly, salone internazionale dei vini e distillati. La manifestazione, nata nel 1967, è ormai diventata la più importante nel settore enologico nazionale e tra le prime nel mondo.
Quest’anno Vinitaly, all’interno della storica cornice della Fiera di Verona con i suoi  oltre 100.000 metri quadrati di superficie espositiva, ospita oltre 4.100 espositori provenienti da una trentina di Paesi  e attende operatori specializzati da ben 140 Paesi. L’inaugurazione vedrà anche la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La parola chiave di quest’anno sarà “innovazione” nelle tre declinazioni di prodotto, di processo e di consumo e l’obiettivo è invariato: promuovere la qualità del vino italiano ed ampliare gli spazi del mercato estero.
Ma questa edizione festeggerà il 50 anniversario con numeri da record, tanto è ormai cresciuta l’attenzione verso l’enogastronomia, e parallelamente, come ha affermato Giovanni Mantovani, direttore generale di Verona Fiere “abbiamo visto il vino raggiungere un livello qualitativo medio assolutamente inimmaginabile fino a venti anni fa”.

Moltissimi gli stand, ciascuno con una particolare caratteristica. Vinitalybio e Vivit hanno il loro focus sulle produzioni certificate biologiche e sui vini artigianali, Vinitaly International Academy – VIA proporrà degustazioni finalizzate alla valorizzazione dei vitigni autoctoni, Vininternational è il padiglione interamente dedicato alle migliori etichette internazionali.
Moltissime, ovviamente, le cantine italiane, basti pensare che nel 2015 l’Italia è stata il primo produttore di vino al mondo. Inoltre quest’anno produttori ecofriendly, biologici o comunque attenti all’ecosostenibilità, all’etica di impresa, fino ai vini vegani sono presenti in tutti i padiglioni della fiera.

Come sempre tantissimi gli eventi previsti, fra degustazioni, premiazioni, convegni e incontri per fare il punto sulle recenti analisi di mercato e soprattutto sulle nuove tendenze di consumo nei mercati internazionali. Fra i premi vanno ricordati il Premio Internazionale Vinitaly e , l’International Packaging Competition.  L’innovazione tecnologica è invece protagonista a Enolitech, grazie alla presenza dei più importanti produttori di mezzi tecnici e servizi.
Infine il programma del fuori-salone, denominato Vinitaly and the city, che consiste appunto in un ricco cartellone di iniziative ed eventi dislocati per il centro di Verona, per  accogliere al meglio i tantissimi appassionati o semplici curiosi che come di consueto affolleranno la città durante la manifestazione.

 

 

Commenta l'articolo